Storia dell'Impero Ottomano in Turchia

Aggiornato su Jun 16, 2024 | Visto elettronico per la Turchia

L'Impero Ottomano è considerato una delle dinastie più grandiose e durature mai esistite nella storia del mondo. L'imperatore ottomano Sultan Suleiman Khan (I) era un convinto sostenitore dell'Islam e un amante dell'arte e dell'architettura. Questo suo amore è testimoniato in tutta la Turchia sotto forma di magnifici palazzi e moschee.

L'imperatore ottomano Sultan Suleiman Khan (I), noto anche come il Magnifico, effettuò la conquista per invadere l'Europa e conquistò Budapest, Belgrado e l'isola di Rodi. Successivamente, mentre la conquista continuava, riuscì anche a penetrare attraverso Baghdad, Algeri e Aden. Questa serie di invasioni è stata possibile grazie all'imbattibile marina del sultano, che era dominante nel Mediterraneo, e l'imperatore e il guerriero, il regno del sultano Suleiman, è indicato come l'età d'oro del dominio ottomano. 

La supremazia dell'Impero Ottomano ha governato vaste porzioni del Medio Oriente, del Nord Africa e dell'Europa orientale per più di 600 anni. Come hai letto sopra, i nativi chiamerebbero il loro capo capo e i suoi discendenti (mogli, figli e figlie) Sultan o Sultana, che significa "sovrano del mondo". Il Sultano doveva esercitare un controllo religioso e politico assoluto sul suo popolo e nessuno poteva annullare il suo giudizio.

A causa del potere crescente e delle tattiche di guerra impeccabili, gli europei li consideravano una potenziale minaccia alla loro pace. Tuttavia, molti storici considerano l'Impero Ottomano un emblema di eccellente stabilità e armonia regionale, oltre a ricordarlo e celebrarlo per importanti risultati nel campo della scienza, delle arti, della religione, della letteratura e della cultura.

Formazione dell'Impero Ottomano

Il capo delle tribù turche nella città di Antolia, Osman I, fu responsabile di gettare le basi dell'Impero Ottomano nell'anno 1299. La parola "Ottomano" è presa dal nome del fondatore - Osman, che è scritto come "Uthman". in arabo. I turchi ottomani si costituirono quindi un governo ufficiale e iniziarono ad espandere il loro dominio sotto la guida coraggiosa di Osman I, Murad I, Orhan e Bayezid I. Iniziò così l'eredità dell'impero ottomano.

Nel 1453 Mehmed II il Conquistatore portò avanti l'invasione con l'esercito dei turchi ottomani e si impadronì dell'antica e consolidata città di Costantinopoli, che fu poi chiamata la capitale dell'impero bizantino. Questa conquista di Mehmed II vide la caduta di Costantinopoli nel 1453, ponendo fine a un regno di 1,000 anni e alla fama di uno degli imperi più significativi della storia: l'Impero Bizantino. 

Ascesa dell'Impero ottomano

Entro l'anno 1517, il figlio di Bayezid, Selim I, invase e portò Arabia, Siria, Palestina ed Egitto sotto il controllo dell'impero ottomano. Il dominio dell'Impero Ottomano raggiunse il suo apice tra il 1520 e il 1566, durante il regno del magnifico sovrano ottomano - Sultan Suleiman Khan. Questo periodo fu ricordato e celebrato per il lusso che procurava alle persone originarie di queste province.

L'era è stata testimone di un potere d'ingrandimento, stabilità illimitata e un'enorme quantità di ricchezza e prosperità. Il sultano Suleiman Khan aveva costruito un impero basato su un sistema uniforme di legge e ordine ed era più che accogliente verso le varie forme d'arte e letteratura che fiorivano nel continente dei turchi. I musulmani di quei tempi vedevano Suleiman come un leader religioso e un giusto imperatore politico. Grazie alla sua saggezza, alla sua brillantezza di governante e alla sua misericordia verso i suoi sudditi, in brevissimo tempo conquistò il cuore di molti.

Il governo del sultano Solimano continuò a prosperare, il suo impero continuò ad espandersi e in seguito includeva la maggior parte dell'Europa orientale. Gli ottomani spendevano una buona quantità di entrate per rafforzare la loro marina e continuavano ad ammettere guerrieri sempre più coraggiosi nel loro esercito.

Espansione dell'Impero Ottomano

L'Impero Ottomano ha continuato a crescere e scalare nuovi territori. L'ascesa dell'esercito turco mandò increspature attraverso i continenti, provocando la resa dei vicini prima dell'attacco mentre altri sarebbero morti sul campo di battaglia stesso. Sultan Suleiman era particolarmente attento agli accordi di guerra, ai lunghi preparativi per la campagna, ai rifornimenti di guerra, ai trattati di pace e ad altri accordi legati alla guerra.

Quando l'impero stava assistendo a bei giorni e raggiunse il suo apice finale, l'Impero Ottomano aveva ormai coperto vasti domini geografici e comprendeva regioni come Grecia, Turchia, Egitto, Bulgaria, Ungheria, Romania, Macedonia, Ungheria, Palestina, Siria, Libano, Giordania , parti dell'Arabia Saudita e buona parte della regione costiera nordafricana.

Arte, Scienza e Cultura della Dinastia

Gli ottomani sono noti da tempo per i loro meriti nell'arte, nella medicina, nell'architettura e nella scienza. Se mai visiterai la Turchia, vedrai la bellezza delle moschee allineate e la grandiosità dei palazzi turchi dove risiederebbe la famiglia del Sultano. Istanbul e altre importanti città dell'impero erano viste come primi piani artistici dello splendore architettonico turco, specialmente durante il governo del sultano Suleiman, il Magnifico.

Alcune delle forme d'arte più diffuse che hanno prosperato durante il regno di Sultan Suleiman erano la calligrafia, la poesia, la pittura, i tappeti e la tessitura, il canto, la musica e la ceramica. Durante le feste di un mese, cantanti e poeti provenienti da diverse regioni dell'impero venivano chiamati a partecipare all'evento e festeggiare con i reali.

Sultan Suleiman Khan era lui stesso un uomo molto dotto e leggeva e praticava diverse lingue per eccellere nel comunicare con gli imperatori stranieri. Aveva persino una biblioteca enormemente vasta installata nel suo palazzo per la comodità della lettura. Il padre del Sultano e lui stesso erano ardenti amanti della poesia e avrebbero persino corretto le poesie d'amore per le loro amate Sultane.

L'architettura ottomana era un'altra dimostrazione dello splendore dei turchi. Gli intagli e la calligrafia ordinati e delicati che si trovano sulle pareti delle moschee e dei palazzi hanno contribuito a definire la cultura che fiorì nel tempo. Grandi moschee ed edifici pubblici (destinati a raduni e celebrazioni) furono abbondantemente costruiti durante l'era del sultano Sulieman. 

All'epoca, la scienza era considerata parte integrante dello studio. La storia suggerisce che gli ottomani avrebbero imparato, praticato e predicato livelli avanzati di astronomia, filosofia, matematica, fisica, filosofia, chimica e persino geografia.  

In aggiunta a questo, alcuni dei risultati più importanti in medicina furono raggiunti dagli ottomani. Durante la guerra, la scienza medica non era avanzata allo stadio in cui poteva essere fornito un trattamento facile e senza problemi ai feriti. Successivamente, gli ottomani inventarono strumenti chirurgici in grado di eseguire con successo operazioni su ferite profonde. Hanno trovato strumenti come cateteri, tenaglie, bisturi, pinze e lancette per curare i feriti.

Durante il regno di Sultan Selim, emerse un nuovo protocollo per i detentori del trono, che dichiarava il fratricidio, ovvero l'efferato crimine di omicidio dei fratelli al trono del Sultano. Ogni volta che era il momento di incoronare un nuovo Sultano, i fratelli del Sultano venivano catturati spietatamente e messi nelle segrete. Non appena il primo figlio del Sultano fosse nato, avrebbe fatto uccidere i suoi fratelli ei loro figli. Questo sistema crudele è stato avviato per garantire che solo il legittimo erede al trono possa reclamare il trono.

Ma con il passare del tempo, non tutti i successori seguirono questo ingiusto rituale del bagno di sangue. Successivamente, la pratica si è evoluta in qualcosa di meno atroce. Negli ultimi anni dell'impero, i fratelli del futuro re sarebbero stati solo messi dietro le sbarre e non condannati a morte.

Significato del Palazzo Topkapi

L'impero ottomano fu governato da 36 sultani tra il 1299 e il 1922. Per secoli il principale sultano ottomano visse nel lussuoso palazzo Topkapi, che aveva piscine, cortili, edifici amministrativi, edifici residenziali e dozzine di splendidi giardini che circondano la torre centrale. Una parte considerevole di questo grande palazzo era chiamata Harem. Harem era un luogo dove vivevano insieme le concubine, le mogli del sultano e molte altre donne schiave.

Sebbene queste donne vivessero insieme, ricevevano posizioni/statuti diversi nell'harem e tutte dovevano rispettare l'ordine. Questo ordine era controllato e mantenuto di solito dalla madre del sultano. Dopo la sua morte, la responsabilità sarebbe passata a una delle mogli del sultano. Tutte queste donne erano sotto il sultano e furono tenute nell'harem per servire l'interesse del sultano. Per assicurarsi che la legge e l'ordine dell'harem fossero sempre seguiti, nel palazzo erano stati nominati eunuchi per assistere con i lavori quotidiani e occuparsi degli affari dell'harem.

In diverse occasioni queste donne dovevano cantare e ballare per il sultano e, se avessero avuto fortuna, sarebbero state da lui scelte come sua concubina "preferita" e sarebbero state elevate alla posizione di favorite nella gerarchia dell'harem. Hanno anche condiviso un bagno comune e una cucina comune.

A causa di una minaccia sempre imminente di assassinio, il Sultano doveva spostarsi ogni notte da un luogo all'altro in modo che il nemico non potesse mai essere sicuro della sua residenza.

Caduta dell'Impero Ottomano

Verso l'inizio del 1600, l'Impero Ottomano si deteriorò in termini di comando militare ed economico verso l'Europa. Mentre la forza dell'impero iniziava a declinare, l'Europa aveva cominciato a rafforzarsi rapidamente con l'avvento del Rinascimento e il revival dei danni causati dalla rivoluzione industriale. Di conseguenza, l'impero ottomano ha anche assistito a una leadership vacillante nella loro competizione con le politiche commerciali dell'India e dell'Europa, portando così alla prematura caduta dell'Impero ottomano. 

Uno dopo l'altro, gli eventi continuavano a succedere. Nel 1683, l'impero perse la sua battaglia a Vienna, aumentando ulteriormente la propria debolezza. Col passare del tempo, gradualmente, il regno iniziò a perdere il controllo di tutte le regioni cruciali del loro continente. La Grecia combatté per la propria indipendenza e ottenne la libertà nel 1830. Successivamente, nel 1878, Romania, Bulgaria e Serbia furono dichiarate indipendenti dal Congresso di Berlino.

Il colpo di grazia, tuttavia, arrivò ai turchi quando persero la maggior parte del loro impero nelle guerre balcaniche, che ebbero luogo nel 1912 e nel 1913. Ufficialmente, il grande impero ottomano terminò nel 1922 quando il titolo di Sultano fu cancellato .

Il 29 ottobre, il paese della Turchia è stato dichiarato Repubblica, fondata dall'ufficiale dell'esercito Mustafa Kemal Ataturk. Ha servito come primo presidente in assoluto della Turchia dall'anno 1923 al 1938, terminando il suo mandato con la sua morte. Ha lavorato a lungo per rilanciare il paese, secolarizzare le persone e occidentalizzare l'intera cultura della Turchia. L'eredità dell'impero turco è andata avanti per 600 lunghi anni. Ad oggi, sono ricordati per la loro diversità, la loro imbattibile forza militare, i loro sforzi artistici, il loro splendore architettonico e le loro imprese religiose.

Lo sapevate?

Hurrem Sultana Hurrem Sultana

Devi aver sentito parlare delle appassionate storie d'amore di Romeo e Giulietta, Laila e Majnu, Heer e Ranjha, ma hai sentito parlare dell'amore eterno condiviso tra Hurrem Sultana e Sultan Suleiman Khan, il Magnifico? Nata in Rutenia (ora Ucraina), prima conosciuta come Alessandra, è nata in una famiglia cristiana molto ortodossa. Più tardi, quando i turchi iniziarono a invadere la Rutenia, Alessandra fu catturata dai saccheggiatori della Crimea e venduta agli ottomani nel mercato degli schiavi.

Conosciuta per la sua bellezza e intelligenza irrealistiche, molto rapidamente si alzò agli occhi del Sultano e attraverso i ranghi dell'harem. La maggior parte delle donne era gelosa di lei a causa dell'attenzione che riceveva da Suleiman. Il Sultano si innamorò di questa bellezza rutena e andò contro una tradizione di 800 anni per sposare la sua concubina preferita e farne la sua moglie legale. Si era convertita all'Islam dal cristianesimo per sposare Suleiman. È stata la prima consorte a ricevere lo status di Haseki Sultan. Haseki significava 'il preferito'.

In precedenza, la tradizione consentiva solo ai sultani di sposare le figlie di nobili stranieri e non qualcuno che prestava servizio come concubina nel palazzo. Visse per dare sei figli all'impero, incluso il detentore del trono Selim II. Hurrem ha svolto un ruolo fondamentale nel consigliare il sultano sui suoi affari di stato e nell'inviare lettere diplomatiche al re Sigismondo II Augusto.

Di recente, il cinema turco ha adottato la storia del sultano Suleiman Khan e della sua amata per produrre una serie web intitolata "The Magnificent" che descrive la vita e la cultura dell'Impero Ottomano.


Controlla la tua idoneità per il visto per la Turchia e richiedi il visto elettronico per la Turchia 72 ore prima del volo. Cittadini delle Bahamas, Cittadini del Bahrein e Cittadini canadesi può richiedere online il visto elettronico per la Turchia.